Bellini Cipriani

Il 13 maggio 1931, a Venezia, Giuseppe Cipriani aprì le porte dell'Harry's Bar. Nel corso degli anni questo divenne il luogo d'incontro di scrittori, pittori, artisti, aristocratici, Re e Regine. Tra loro: Barbara Hutton, Katharine Hepburn, Gary Cooper, Giancarlo Menotti, Peggy Guggenheim, Orson Welles, Frank Lloyd Wright, Joe di Maggio, Truman Capote e Ernest Hemingway.

Nel 1945 la libertà esplose nel mondo e liberò le anime dalla tragedia della guerra. Nel 1948 Giuseppe Cipriani all'Harry's Bar di Venezia, in onore della pace, creò una bibita che univa la freschezza e il colore delle pesche alla vivacità dello spumante. In quei giorni a Palazzo Ducale c'era la mostra dei capolavori eterni del Gianbellino. Giuseppe, pensò di associare il nome della bibita alla fama immortale del grande pittore. La chiamò Bellini che continua a celebrare l'arte e la libertà in tutte le terre conosciute.

L'Harry's Bar è famoso in tutto il mondo. La vera essenza di questo luogo è l'insieme di un numero infinito di elementi che creano la sua atmosfera unica. La missione di Cipriani Drinks è quella di portare un pizzico di questa esperienza a casa tua, per farti immaginare o rivivere quei momenti unici in Calle Valleresso, tra storia, mito e libertà.


Il Bellini Cipriani. L'icona senza tempo di Giuseppe Cipriani: un aperitivo amabile e morbido in cui il sapore vellutato delle pesche, rigorosamente bianche, si fonde con il brio del Prosecco, dando vita a un cocktail che è un tripudio di vita, sia per gli occhi che per il palato.
La ricetta originale ha sempre gli stessi ingredienti, sin da quando il Bellini è stato inventato: pesche e Prosecco si bastano l’un l’altro, si completano. Non serve nessun altro aroma fruttato.

Formato: 750 ml.

Vitigni: Glera

Alcol: 5.5%

Temperatura di servizio: 3/4 C°

 

Notify me when this product is available: